Domanda: Funerali: la Chiesa con che criterio decide?sono cattolico, ma spesso non mi trovo d’ accordo con il potere della Santa Sede.chiedo a chi ne sa più di me, per...

Funerali: la Chiesa con che criterio decide?




Domanda: Funerali: la Chiesa con che criterio decide?
sono cattolico, ma spesso non mi trovo d’ accordo con il potere della Santa Sede.
chiedo a chi ne sa più di me, per quale motivo a un uomo è stato negato il funerale in chiesa solo perchè era divorziato, oppure a welby perchè chiese di tornare nelle braccia del Padre e a pinochet, uno dei più grandi criminali che la storia recente ricordi, invece no. questo è un brano dell’ omelia funebre in Chiesa, di pinochet:

Nell’omelila, Pinochet è stato definito “un vecchio cristiano che non ha esitato a opporsi alle perversioni del marxismo e che ha dimostrato durante tutta la vita il suo virtuosismo in Cristo”.

da quando si usa iGesù per commettere delle stragi di massa? forse voi siete giovani e non lo ricordate, ma la dittatura di pinochet è stata una delle più violente e sanguinarie della storia recente.

chi mi sa spiegare perchè hanno negato i funerali religiosi al camionista divorziato e a piergiorgio welby,mente a pinochet è stato concesso, con un’ omelia che lo esaltava?
leggete qua, prima di rispondere, per cortesia:

http://www.ilgiornale.it/a.pic1?ID=122992

http://www.pressante.com/index.php?option=com_content&task=view&id=296&Itemid=32

http://www.peacereporter.net/dettaglio_articolo.php?idpa=&idc=2&ida=&idt=&idart=6910

http://www.repubblica.it/2006/12/sezioni/esteri/pinochet-cile/esequie-pinochet/esequie-pinochet.html

http://www.donvitaliano.it/?p=352#more-352

Risposta:


prima di tutto gradirei sapere da dove trai la citazione dell’Omelia al funerale di Pinochet…
Detto questo, e accettando che anche i preti e i Vescovi possono prendere decisioni discutibili in merito all’opinabile, e che molti fedeli dovrebbero essere più attenti alla propria virtù che a quella degli altri, io credo che spesso il popolo di coloro che si dicono cristiani, sia composto da molti che cristiani non lo sono affatto, non hanno mai fatto il minimo sforzo per esserlo, non si sono mai neppure sentiti minimamente interpellati dal dubbio di essere in errore, hanno vissuto la vita secondo la propria soggettiva morale, facendo sempre e solo quello che pareva loro e poi pretendendo che i cristiani veri, quelli che davvero si sono messi in gioco e hanno compromesso la loro vita per Cristo, obbedendo ai suoi comandi e cercando di rimaner fedeli alle sue leggi, pretendendo che questi ultimi – dicevo – siano lì ad accoglierli come niente fosse… e di fatto di solito questi ultimi fanno così accolgono i primi confidando che la loro inconsapevolezza motivata da tanta ignoranza (speriamo che non sia mala fede) faccia incontrare loro la misericordia di DIo.
I preti poveretti spesso si ritrovano dunque ad essere guide pur autorevoli ma inascoltate, chiamate a celebrare i sacramenti e a orientare verso Dio persone che di fatto se ne stra fregano sia dei preti che di Dio per tutta la vita, salvo poi pretendere che in certe occasioni i preti siano li a disposizione per officiare non i misteri della nosra fede ma i rituali pagani della loro religione, costringendo quasi i sacerdoti a snaturare il loro compito di guide e pretendendo invece di asservirli ad una religione “su misura” che, pur non avendo nulla di cristiano, li confermi e li rassicuri nelle loro fuorviate ed egolatriche posizioni. Come dire che, io prete, dopo aver studiato in seminario per anni onde imparare i fondamenti della fede, dopo che ho dato tutta la mia vita convinto di lavorare per il mio Dio e i miei fratelli di fede, mi ritrovo a fare l’agente del sacro, della religione pagana, di tali rozzissimi e ignorantissimi sedicenti cristiani che abortiscono, divorziano, commettono adulterio fanno tutto quello che pare loro e poi pretendono pure la benedizione di quel Dio che hanno sempre snobbato…
io non so se qual Vescovo abbia fatto bene a impedire i funerali religiosi, conosco del resto un sacco di gente divorziata che pure ha ricevuto i funerali cattolici, ma una cosa è certa: che tristezza quei sedicenti cristiani… che tristezza che mettono addosso questi pseudo cattolici che di fatto sono solo una massa inconsapevole di idolatri ignoranti egolisti e presuntuosie che hanno ristretto il senso della loro vita solo al proprio arbitiro e alla soddsfazione immediata delle loro passioni chiudendo per sempre inesorabilmente ogni prospettiva di eternità e dimenticando ogni timor di DIo.

Paradossalmente il fatto che i parenti si siano premurati di far sapere al parroco di non andare al cimitero in quanto persona sgradita, forse senza saperlo hanno compiuto la volontà di DIo a cui probabilmente era sgradito dare loro un segno della sua presenza nella presenza del sacerdote… giusta conclusione di una vita spesa probablmente più per accontentare il proprio egoismo che non per compiere con umiltà e fedeltà la Legge di Dio…

che atteggiamento distante da questa arroganza fu quello della cananea:

Partito di là, Gesù si diresse verso le parti di Tiro e Sidone. 22 Ed ecco una donna Cananèa, che veniva da quelle regioni, si mise a gridare: “Pietà di me, Signore, figlio di Davide. Mia figlia è crudelmente tormentata da un demonio”. 23 Ma egli non le rivolse neppure una parola.
Allora i discepoli gli si accostarono implorando: “Esaudiscila, vedi come ci grida dietro”. 24 Ma egli rispose: “Non sono stato inviato che alle pecore perdute della casa di Israele”. 25 Ma quella si avvicinò e si prostrò dinanzi a lui dicendo: “Signore, aiutami!”. 26 Ed egli rispose: “Non è bene prendere il pane dei figli per gettarlo ai cagnolini”. 27 “E` vero, Signore, disse la donna, ma anche i cagnolini si cibano delle briciole che cadono dalla tavola dei loro padroni”. 28 Allora Gesù le replicò: “Donna, davvero grande è la tua fede! Ti sia fatto come desideri”. E da quell`istante sua figlia fu guarita.

Cosa ne pensi? Rispondi nei commenti sotto!

Related posts: